Le Origini Storiche di Valenzano

Storia di Valenzano

Si hanno testimonianze di Valenzano fin dai tempi più antichi, quando si sentiva parlare dei Peuceti, una popolazione di origine illirica che si stabilì nel territorio pugliese a partire dal IV secolo a.C. in avanti; ebbe rapporti con la civiltà greca, prima, e con quella romana, dopo, sotto la quale la cittadina venne assoggettata in epoca successiva alle guerre sannitiche (ci troviamo attorno al terzo secolo a.C.).

Purtroppo la storia di Valenzano risulta segnata da una parte da una brutale invasione da parte dei Saraceni, dall'altra da un'altrettanto distruttiva epidemia di peste: nel primo caso l'ondata saracena travolse i Valenzanesi che furono fatti prigionieri e schiavi in Sicilia, nel secondo caso la sorte degli stessi abitanti fu marchiata da quella che viene considerata la più terribile epidemia della storia della provincia di Bari che nel Seicento causò la morte, nella sola città di Bari, di oltre 12 mila persone.

Diversi furono i feudatari che lasciarono un'impronta nel territorio: dapprima i Carafa dal Quattrocento alla metà del Cinquecento, seguono i Santeramo e i Furetti dal 1585 al 1731 che rappresentavano la ricca famiglia mercante bergamasca.

Una volta unita al Regno delle due Sicilie, nel 1861 venne unita al Regno di Italia e adesso rappresenta un paese sempre più in crescita grazie al piano culturale attuato da qualche anno a questa parte.